A seguito delle segnalazioni di alcuni nostri iscritti, del sito Notiziegay.com e di alcuni blogger, oggi abbiamo contattato telefonicamente BIM Distribuzione per chiedere chiarimenti e spiegazioni in merito ad un messaggio inviato su Facebook ai membri del gruppo ufficiale italiano dedicato al film “Milk”.

Questo messaggio consigliava di recarsi al cinema a vedere il recente film di Steven Soderberg dedicato ad Ernesto Che Guevara, e sembrava stendere un paragone diretto tra l’attivista gay e il rivoluzionario cubano (entrambi parimenti definiti come eroi che lottarono per la libertà e contro le ingiustizie) piuttosto ardito… ma, soprattutto, abbiamo trovato che l’invito fosse inopportuno considerando ciò che “il Che” pensava e faceva agli omosessuali, per i quali propose campi di rieducazione e l’eliminazione: una linea duramente omofoba ben seguita anche dal regime castrista sino a tempi recenti (così come attestato, ad esempio, dalla produzione autobiografica del grande scrittore Reinaldo Arenas) ma evidentemente poco conosciuta dagli italiani, anche nell’ambito gay.

Ebbene, confermando la linea di massima cortesia ed ascolto che ha contraddistinto BIM nel relazionarsi con noi in occasione dell’uscita di “Milk”, la responsabile marketing Laura Crivellaro ha ascoltato a lungo e con attenzione le nostre perplessità, la nostra spiegazione relativa alle realtà legate alla persecuzione cubana dei gay e alle sensibilità coinvolte, ha desiderato informarsi ed informare i colleghi in merito alle questioni per cui ritenevamo non opportuno il messaggio, ci ha spiegato i meccanismi che hanno portato al suo invio e ha prontamente spedito a tutti membri del gruppo facebook in questione il testo (ufficialmente firmato BIM) che riportiamo qui sotto.

Ci piaceva riportare questa notizia, a segno del fatto che molto più spesso di quanto si creda le nostre ragioni vanno semplicemente spiegate.

—-

Cari amici, a seguito delle segnalazioni giunte dopo l’invio
agli iscritti di questo gruppo dell’invito alla visione del
film “Che, l’Argentino” di Steven Soderbergh, BIM intende
chiarire le fraintese motivazioni di questo messaggio.

BIM ha ampiamente dimostrato attenzione e cura nella
distribuzione di pellicole che hanno contribuito a far
positivamente familiarizzare il grande pubblico con la
realtà omosessuale (si pensi a “I segreti di Brokeback
Mountain” e “Milk”) anche quando l’esito commerciale di tali
operazioni era tutt’altro che scontato.

Non era quindi nostra intenzione ferire alcuno nel segnalare
tramite il gruppo facebook dedicato a “Milk” un altro
biopic.

Non entrando nella questione della valutazione storica e
politica che è dovuta al personaggio rappresentato nel
biopic, ci fermiamo alla qualità della pellicola di
Soderbergh, certi che le nostre migliori intenzioni siano
state dimostrate dalla nostra recente e fruttuosa
collaborazione nella promozione di “Milk” con i circoli
omosessuali Milk Milano, Mario Mieli di Roma, e Arcigay.

BIM Distribuzione

Comments are closed.