antinparigi65c2-150x150

Quello di Antinoo è uno dei volti ancora oggi più facilmente riconoscibili nelle raccolte dei musei archeologici di tutta Europa: consacrato agli occhi dei moderni dalla felice penna di Marguerite Yourcenar ne Le Memorie di Adriano, il giovane bitino è stato per secoli il simbolo poetico di una Classicità misteriosa e vicina.

Adorato come divinità, innalzato all’Olimpo dall’imperatore Adriano, celebrato per la sua straordinaria bellezza e dolcezza, amato alla follia dall’uomo più potente del mondo, Antinoo nacque tra il 110 e il 112 d.C. in Bitinia (Asia Minore), e annegò tragicamente nel Nilo durante un viaggio della corte romana nell’Ottobre del 130 d.C.: divinizzato, da compagno dell’imperatore divenne oggetto di un culto fortunatissimo, dedicatario di templi, monete e città, causa di scandalo e irritazione per apologeti cristiani quali Eusebio, San Girolamo, Origene, Tertulliano.

Statue, poesie, musiche, pitture, riti, fiori sono stati dedicati ad Antinoo nel corso dei secoli: uno dei lasciti storico-artisti più massicci della romanità, legati e dovuti alla sua storia d’amore con l’imperatore Adriano. Certi che conoscere la storia di Antinoo significhi scoprire uno dei momenti più felici della fusione tra la civiltà romana e quella greca, oltre al fascino suscitato dalla sua figura su generazioni di artisti (da Pancrates a Mesomede, da Rilke alla Yourcenar e Pessoa), i membri del Circolo di Cultura Omosessuale “Harvey Milk” (in collaborazione con associazioni, centri culturali, comuni, centri ricreativi) ha deciso di offrire a Milano (tutta Milano, dalla periferia al centro) e Provincia un mese di incontri, proiezioni, conferenze, visite guidate, spettacoli dedicati a persone di tutte le fasce d’età, indifferentemente dal proprio orientamento o dalle proprie convinzioni: per conoscere, scoprire e comprendere ciò che è Storia e i suoi significati. della cultura classica, di sconvolgente modernità.

Milk Milano non è nuovo a queste iniziative: associazione dedita alla lotta per i diritti gay ha fatto della cultura e del senso del dovere nei confronti della propria città due delle proprie bandiere lo scorso anno l’associazione (composta principalmente da giovani, omosessuali ed eterosessuali) ha organizzato letture dantesche presso la Casa della Cultura, ha collaborato in primissima linea all’andata in scena de L’incoronazione di Poppea di Claudio Monteverdi presso il Teatro Dal Verme in occasione del World Aids Day (evento poi trasmesso da Radio Rai), ha patrocinato la stagione Liberi amori possibili del Teatro Libero, realizzato il cineforum Good as you e il primo convegno universitario sul matrimonio gay presso la facoltà di scienze politiche dell’ateneo milanese.

Fedele a queste premesse, Milk Milano ha studiato un evento che coinvolgesse la cittadinanza milanese a pieno titolo: dagli studenti di ogni genere e grado siano agli anziani, dalla periferia al centro, come vedrete dalle pagine seguenti il tentativo è stato quello, facendo leva sul volontariato, di offrire spunti di interesse e conoscenza al
maggior numero di persone possibili, certi che la conoscenza sia, appunto, la chiave unica di accesso ad un accrescimento personale e all’abbattimento dei pregiudizi.

La manifestazione lascerà dietro di sé, una volta terminata, un portale culturale (costantemente aggiornato) relativo ad Antinoo, con mostra virtuale, fonti storiche, aggiornamenti sugli scavi e scoperte, e un CD a distribuzione gratuita contenente le sopravvissute musiche della corte adrianea. www.ilvoltodiundio.it