reclame-pitiecor

Care amiche e cari amici del Milk,

come certo ben saprete la nostra associazione ha compiuto una serie di scelte piuttosto forti in merito alla propria politica economica. Questo fa sì che sia davvero difficile e complicato, davanti al moltiplicarsi delle varie attività di carattere sociale e culturale che caratterizzano il nostro operato, accantonare un fondo di riserva.

Vivendo di donazioni, tesseramenti, autotassazioni, sponsorizzazioni e moltiplicando i servizi, offrendo sempre gratuitamente l’accesso ai nostri eventi, ed avendo ritenuto opportuno puntare tutta la nostra energia in termini di volontariato sulle campagne salute e omofobia, sugli incontri culturali, sulle attività in provincia e in collaborazione col coordinamento cittadino piuttosto che su eventi ludici, guardando i nostri bilanci e i nostri verbali (rigorosamente pubblici ed accessibili a chiunque alla pagina Archivio del nostro sito) farete molto presto a farci i conti in tasca…

L’attività cresce esponenzialmente e abbiamo bisogno di fondi ulteriori. Che fare?

Ne abbiamo discusso, ed oltre a sollecitare i nostri soci a maggiore attenzione nel rinnovo della tessera (dal mese prossimo sarà possibile effettuare il tesseramento a distanza!) e perorare ulteriore grazia ai nostri sponsor, abbiamo optato (ora che abbiamo i titoli in regola per farlo) di tentare la partecipazione a bandi specifici, proseguendo comunque nell’idea che sia reale l’opportunità di trovare mezzi di sostegno differenti dalle serate in discoteca. Ed ecco quindi, ad esempio, la produzione e vendita – in occasione della manifestazione Antinoo, il volto di un dio – di un CD di musica e, ora, l’idea di concedere gli spazi fisici disponibili sul sito istituzionale e sul blog alla presenza di banner pubblicitari in contratto con Google.

Ci è parso un modo buono per contribuire all’andamento del bilancio, anche se, lo sappiamo, in piccola parte. Ci tenevamo a dirvelo, perché magari la pubblicità della saponetta o del call center sotto un articolo dedicato a passionali dissertazioni sui nostri diritti potrebbe non essere fatto a tutti gradito… ma ad ogni vostro clik, sappiate che proprio quella pubblicità ci consentirà lentamente di accumulare un credito utile a pagare, magari, i volantini che aiuteranno a diffondere le idee di uguaglianza e dignità che sosteniamo, ad esempio.

Spero capirete. Sempre a vostra disposizione,

Stefano