Al Teatro Parenti: L’ultima intervista di Pierpaolo Pasolini

Al Teatro Franco Parenti, via Pierlombardo 14, Milano, va in scena “Siamo tutti in pericolo – L’ultima intervista di Pier Paolo Pasolini, prevedendo per i soci Milk uno sconto sul prezzo del biglietto di ingresso: 10 euro anziché 25 euro.

Scheda di presentazione e seguirà intervista ad attori e regista in uno dei nostri prossimi articoli:

regia e drammaturgia di Daniele Salvo
con Gianluigi Fogacci, Raffaele Latagliata e Michele Costabile
immagini video Indyca, Torino-scene e costumi Erminia Bassi

Produzione La Fabbrica dell’Attore/
Teatro Vascello in collaborazione con Fahrenheit 451 Teatro

Durata: 75 min

Hashtag Ufficiali: #pasolini #teatrocivile

Lo spettacolo, diretto da Daniele Salvo, attore e regista già assistente di Luca Ronconi, riproduce quel grido d’allarme lucido e disperato sull’inevitabile declino della nostra civiltà, che alla luce degli avvenimenti odierni, suona straordinariamente profetico. È costruito sulle parole lasciate da Pasolini nell’ultima intervista con Furio Colombo e nei suoi articoli a Il mondo e Il Corriere della Sera. A interpretare “con pungente secchezza” il personaggio del poeta è Gianluigi Fogacci.

“Modula, con rigorosa sobrietà, la forza di quelle parole, e dei pensieri da cui nascono. Una bella prova che permette di ripercorrere in poco più di un’ora, buona parte della parabola pasoliniana. Un’esperienza, che mette voglia, una volta fuori dal teatro, di tornare a scorrere quei testi, tante volte citati, e per una volta compenetrati attraverso l’ascolto del teatro.” Il Manifesto

Alessandro Rizzo

Redattore, fondatore di Rapporto di Minoranza, della cui associazione è presidente. Redattore di Cinemaindipendente.it, webzine di cultura indipendente cinematografica. Vicedirettore di "Segreti di pulcinella", giornale di arte e cultura on line, collabora con culturagay.it, pianetagay.it e organizza iniziative di presentazione libri ed esposizioni artistiche e performative in diversi locali di Milano. Collabora con la libreria lgbt di Milano presso lo store Pier Open Space di Milano ed è redattore di Pier Magazine. Cura la rubrica libro lgbt della settimana nell'ambito della radio web Gayday2. Da sempre impegnato nella promozione della cultura e della politica culturale nell’ARCI, dove ha fondato il circolo "Equinozio". Attento all’analisi della contemporaneità, pacifista convinto, antifascista irriducibile, nonviolento e aderente ai movimenti contro la guerra e per la pace. Fa parte del Tavolo della Casa della Pace di Milano. E' attivista nel movimento lgbt promuovendo iniziative e attività culturali utili e funzionali a promuovere i diritti e l'estensione della democrazia.