noodles

Siete mai stati in qualche American Bar? Spero proprio di sì, perchè se così non fosse spegnete il computer e andateci immediatamente (a meno che non sia notte ovviamente). Non potete continuare a leggere i miei post senza come minimo essere stati almeno una volta in un American Bar ed adorare incondizionatamente Nigella!

Perchè ve lo sto dicendo? Semplice: è lì che ho scoperto la cheesecake, il mio dolce preferito, quello che preparo per stupire, di una squisitezza senza pari, “la torta”. Da quel giorno il formaggio è entrato nelle mie ricette dolci, non posso vivere senza avere in casa una confezione di philadelphia per preparare in caso di “emergenza” del cream cheese frosting.

Requisiti: essere golosi e avere una tortiera a fondo apribile.

Cominciamo col dire che se volete fare una cheesecake, deve essere fatta bene, dovete dimenticarvi delle calorie, deve essere una cosa davvero imponente, deve essere impossibile reggere il piatto con solo una mano, la gente dovrà rimanere a bocca aperta; come diceva qualcuno: “non vorrete che sembri una fetta biscottata spalmata di marmellata!?!?”

E poi confessiamolo dai, io ho un debole per le torte alte! Per rendere l’idea.. La prima foto l’ho fatta a Londra, la seconda è una carrot cake che ho preparato settimana scorsa, la terza e la quarta non c’entrano nulla, ma erano belle.

Ad ogni modo, stavo dicendo: avete bisogno di una tortiera da 22cm a fondo apribile o di un anello da pasticceria (di quelli senza fondo) e di carta da forno.

Facciamo un po’ di bricolage

Foderate il fondo della tortiera con un quadrato abbondante di carta da forno. Se avete la tortiera apribile, sganciate il bordo, toglietelo, mettete il foglio e riagganciate il bordo.
Dalla carta da forno ritagliate una striscia abbastanza alta da ricoprire i bordi interni della tortiera e fissatela con dello scotch e una graffettatrice (sconsiglio abbondante colla vinilica).

Il fondo:

250gr di Digestive (se ne usate di più non è un problema.. anzi!)
150gr di burro
2 cucchiai di zucchero
1 cucchino di cannella
Tritate i biscotti nel mixer, se non l’avete potete fare come Nigella: metterli in un sacchetto per surgelati, chiuderlo, e pestarlo con un matterello riducendoli in polvere. Aggiungete poi ad essi il burro sciolto e gli altri ingredienti. Questo sarà il fondo della torta, versatelo nella tortiera, e con l’aiuto di un cucchiaio disponetelo in modo omogeneo e pressatelo facendolo risalire anche un po’ sui bordi dello stampo per contenere la crema. Mettete poi la tortiera in frigor e accendete il forno a 180C°.

Il “sopra”

20gr di Amido di mais (o se non l’avete, 15 gr di farina setacciata)
100ml di panna fresca
2 uova intere e un tuorlo
100gr di zucchero
succo di mezzo limone
un pizzico di sale
1 bustina di Vanillina
and.. the magic spell: 600/800gr di Philadelphia (decidete voi in base a quanto la volete imponente e al diametro della tortiera)
Sbattete bene uova, farina e zucchero, aggiungete poi il philadelphia (io preferisco quella con anche un po’ di ricotta, ma l’original è solo con philadelphia). Una volta eliminati i grumi incorporate il succo di limone, la maizena, il sale, e la panna. Versate il tutto nella tortiera, livellate e infornate a 180° per 30 minuti, poi abbassate la temperatura a 160° per altri 30-40 minuti. Se dopo i primi 30 minuti vi accorgete che la superficie del cheesecake comincia a scurirsi, troppo potete metterci sopra un foglio di carta stagnola. A cottura avvenuta, spegnete il forno, e lasciate riposare il cheesecake per 30 minuti nel forno spento e con la porta leggermente aperta.
La torta sembrerà avere ancora una consistenza abbastanza liquida, non preoccupatevi, è normale, poi si solidificherà. Conservatela in frigor almeno una notte.

Il topping

Dopo la nottata in frigor vedrete che al centro della torta si sarà formata una tristissima depressione.. Tranquilli, non tutti i mali vengono per nuocere: è fatta apposta per essere riempita! Io consiglio: composta (la marmellata è troppo dolce) ai lamponi o fragole con lamponi freschi o fragole fresche. E’ ottima anche una glassatura morbida al cioccolato, o della panna acida dolcificata con zucchero a velo e aromatizzata alla vaniglia rimessa poi in forno a 190c° per 5 minuti per glassarla.

Oddio..
Ho voglia di cheesecake xD

Marco

 

Comments are closed.