Questa notizia ci tocca da vicino e non potevamo non pubblicarla. Da Parma (Italia) arriva una soluzione innovativa al problema dell’omofobia. Scegliere Harvey Milk, primo omosessuale dichiarato ad essere eletto ad una carica politica negli USA, come simbolo ed intitolargli una via. Che sia la strada giusta? State a sentire!

Una via di Parma intitolata a Harvey Milk, il primo omomosessuale dichiarato ad essere eletto ad una carica politica negli Stati Uniti. Questa è la proposta che il giovane consigliere comunale del Pd di Parma, Matteo Caselli, presenterà domani in consiglio Counale. Idea che nasce dall’esigenza di dare, anche nella nostra città, un segnale delle istituzioni per scongurare i fenomeni di omofobia che si stanno susseguendo in Italia negli ultimi mesi. Ecco il testo della richiesta.

“Premesso che in tutta Italia continuano a verificarsi casi di violenza omofobica contro omosessuali; tanti sono i Comuni che si stanno mobilitando per sensibilizzare la cittadinanza contro questa piaga, in varie forme; considerato che la nostra città non può ritenersi immune dal fenomeno dell’omofobia; nelle prossime settimane anche il Consiglio Comunale di Parma discuterà un Ordine del giorno contro l’omofobia, contenente una serie di misure concrete per mettere il nostro Comune in prima linea contro questo tipo di discriminazione; impegna il Sindaco e la Giunta Comunale ad intitolare una Via della nostra città ad Harvey Milk, primo Consigliere Comunale apertamente gay della città di San Francisco, che nel 1978 fu assassinato a causa del suo forte impegno politico, diventando un simbolo mondiale dell’emancipazione degli omosessuali e del loro forte impegno nella società”.

Recentemente, la storia di Milk è stata raccontata in un film biografico, diretto da Gus Van Sant ed interpretato da Sean Penn (che ha vinto il premio Oscar 2009).

Fonte Parma Repubblica.it