3

Si è spenta ieri Alda Merini, poetessa inquieta, visionaria, silente. Ha cantato il suo amore, l’orrore del manicomio, la vita di Milano.

Milk Milano si unisce al dolore della nostra città per la scomparsa di questa grande intellettuale, e la ricorda con la sua “Pianto dei poeti”.

Riposi in pace, signora Merini.

Ruba a qualcuno la tua forsennata stanchezza
o gemma che trapassi il suono
col tuo respiro l’ombra che sta ferma
di fronte ad un porto di paura
quel trascendere il mito
come se fosse forzatamente azzurro
o chi senza abbandono
che non sanno che il pianto dei poeti
è solo canto.
Canto rubato al vecchio del portone
rubato al remo del rematore
alla ruota dell’ultimo carro
o pianto di ginestra
dove fioriva l’amatore immoto.