Gruppi di auto mutuo aiuto (AMA) – Identità di genere
I gruppi di Auto Mutuo Aiuto sono contesti filtrati e protetti
creati per permettere il confronto sereno e libero fra persone che
desiderino confrontarsi sul tema dell’identità di genere in tutte le
sue sfumature.
All’interno del gruppo troveranno quindi spazio ed accoglienza
percorsi transessuali e transgender*, ma non solo.
Il gruppo è infatti concepito come spazio di confronto sull’identità
di genere a 360° e sarà aperto a tutte le persone che desiderino
confrontarsi sulla tematica, a qualsiasi punto del proprio percorso di
autodeterminazione esse siano.
I gruppi AMA – Identità di genere si prefiggono lo scopo di
creare, attraverso il contributo di ciascun componente, un ambiente
all’interno del quale condividere riflessioni ed esperienze di vita
con persone che hanno in comune un percorso di ricerca. Lo spirito
dei gruppi AMA consiste nell’affrontare insieme un percorso
di crescita, mettendo a disposizione del gruppo problematiche e
soluzioni personali, accettando ed offrendo supporto e solidarietà
reciproca.
Lo scambio fra i componenti del gruppo consente di “aiutarsi
aiutando”: aiutarsi a definire ed affrontare il proprio percorso di
autodeterminazione, ed offrire con questo allo stesso tempo la
propria esperienza come spunto di riflessione e di crescita per gli
altri componenti.
I gruppi prevedono la presenza di un facilitatore/trice. Il suo ruolo
è quello di agevolare il lavoro del gruppo facilitando lo scambio  al
suo interno,  nonchè di essere garante delle regole di partecipazione.
I “facilitatori/trici” sono essi stessi componenti del gruppo,
pertanto possono portare e condividere il proprio percorso di
autedeterminazione rispetto al genere  al suo interno.
Accesso ai gruppi
L’accesso al gruppo AMA avviene attraverso un colloquio
preliminare con il facilitatore/trice, che ha lo scopo di accogliere
il nuovo potenziale componente, illustrare le dinamiche del
gruppo e le regole di partecipazione, confrontarsi circa esigenze
ed aspettative in merito. Qualora da ambo le parti ne sussistano i
presupposti, viene dato inizio all’esperienza di gruppo dalla prima
riunione successiva.

Gruppi di auto mutuo aiuto (AMA) – Identità di genere

I gruppi di Auto Mutuo Aiuto sono contesti filtrati e protetti
creati per permettere il confronto sereno e libero fra persone che
desiderino confrontarsi sul tema dell’identità di genere in tutte le
sue sfumature.

All’interno del gruppo troveranno quindi spazio ed accoglienza
percorsi transessuali e transgender*, ma non solo.
Il gruppo è infatti concepito come spazio di confronto sull’identità
di genere a 360° e sarà aperto a tutte le persone che desiderino
confrontarsi sulla tematica, a qualsiasi punto del proprio percorso di
autodeterminazione esse siano.

I gruppi AMA – Identità di genere si prefiggono lo scopo di
creare, attraverso il contributo di ciascun componente, un ambiente
all’interno del quale condividere riflessioni ed esperienze di vita
con persone che hanno in comune un percorso di ricerca. Lo spirito
dei gruppi AMA consiste nell’affrontare insieme un percorso
di crescita, mettendo a disposizione del gruppo problematiche e
soluzioni personali, accettando ed offrendo supporto e solidarietà
reciproca.

Lo scambio fra i componenti del gruppo consente di “aiutarsi
aiutando”: aiutarsi a definire ed affrontare il proprio percorso di
autodeterminazione, ed offrire con questo allo stesso tempo la
propria esperienza come spunto di riflessione e di crescita per gli
altri componenti.

I gruppi prevedono la presenza di un facilitatore/trice. Il suo ruolo
è quello di agevolare il lavoro del gruppo facilitando lo scambio  al
suo interno,  nonchè di essere garante delle regole di partecipazione.

I “facilitatori/trici” sono essi stessi componenti del gruppo,
pertanto possono portare e condividere il proprio percorso di
autedeterminazione rispetto al genere  al suo interno.


Accesso ai gruppi

L’accesso al gruppo AMA avviene attraverso un colloquio
preliminare con il facilitatore/trice, che ha lo scopo di accogliere
il nuovo potenziale componente, illustrare le dinamiche del
gruppo e le regole di partecipazione, confrontarsi circa esigenze
ed aspettative in merito. Qualora da ambo le parti ne sussistano i
presupposti, viene dato inizio all’esperienza di gruppo dalla prima
riunione successiva.

Segnalati da www.amalo.it

I gruppi si tengono un giovedì si ed uno no, dalle 21.00 alle 23.30
presso la sede Guado di Via Soperga 36 Milano
e si accede solo dopo colloquio

La Responsabile del Progetto.
Monica Romano
transgender@milkmilano.com

Il Co-responsabile
Daniele Brattoli

Clicca qui per le biografie dei facilitatori