Non è un segreto quel che è successo mercoledì scorso, a pochi passi da via Lecco, a Milano. Un trentottenne tedesco, verso le ore 23:00, si trovava lì. Ha avuto la pessima idea di complimentare un ragazzo che gli passava accanto: “Sei bello!” 

milano pride 2018

Dal Milano Pride 2018. Fonte: milanotoday.it

Ora, i complimenti degli sconosciuti per strada non sono necessariamente ben accetti. Ma il ganimede di turno, non contento di essersi sentito sottolineare la propria avvenenza, ha aggredito il trentottenne con urla, calci e pugni. Ha lasciato l’ammiratore in una pozza di sangue, per poi scappare. Il destinatario del pugnace omaggio è stato operato d’urgenza al San Raffaele, per diverse fratture al naso. Ha riportato una prognosi di venti giorni. A quanto pare, non è vero che le avventure galanti non lasciano il segno.

Lo lasceranno, eccome, al trentottenne tedesco. Questi domanda, ora, l’arresto dell’aggressore. Il quale, se fosse stato minimamente furbo, avrebbe potuto cavarsela con una piccola lusinga al proprio orgoglio e tirare dritto. Ma, a quanto pare, il galateo di questi tempi impone di insultare e massacrare chi ci fa un complimento. Strano mondo.