aaa

Sin dall’inizio della propria attività, Milk Milano ha cercato di creare un forte senso della comunità tra i propri soci. All’inizio siamo stati principalmente una associazione gay e etero, che presto si è aperta verso le realtà lesbiche e – soprattutto – transgender/transessuale.

Ad oggi quella dell’identità di genere è una delle questioni che stanno più a cuore al Milk. Abbiamo assistito atterriti all’indegno voltafaccia che ha visto scaricare la tematica della transfobia da parte di alcuni rappresentanti del movimento in coincidenza delle ultime fasi di vita della proposta di legge Concia, poi comunque affossata. Il nostro impegno è quindi cresciuto: o i diritti son per tutti o non son per nessuno. E se affermiamo questo principio la collaborazione con la realtà transessuale/transgender e il sostegno alle nostre sorelle e ai nostri fratelli trans deve essere netta, forte e reale.

Ecco quindi cosa fa e si propone di fare il Milk in sostanza.

CINEFORUM TEMATICI: Nella stagione 2011/2012 il milk ha organizzato un ciclo di proiezioni dal titolo “non chiamateli film trans”, dedicato a pellicole che affrontavano il tema dell’identità di genere, dell’ambiguità, dell’androginia, delle sfumature dell’orientamento sessuale.

CICLO DI EVENTI: Nella stagione 2012/2013 è partito un ciclo di eventi avente come tema l’identità di genere e ruoli e stereotipi. Già nel 2011 l’evento “generi in educazione” aveva sdoganato il tema dei ruoli di genere. Il 2013 invece vede la presentazione in esclusiva del libro di Mirella Izzo “oltre le gabbie dei generi” (in collaborazione con UAAR), “trans at work”, dibattito sul mondo del lavoro e la condizione delle persone transgender con Monica Romano, Laura Caruso, Stefano Alberto Maselli e la sindacalista Gigliola Toniollo, la presentazione dell’ultimo libro dell’autrice trans e animalista Barbara X, e “siamo tutti transessuali” con la psichiatra Roberta Ribali.  Il milk ringrazia il dott. Stefano Ricotta e la dott’.ssa Valentina Guggiari per l’impegno rivolto al ciclo eventi culturali “identità di genere” del 2013.

GRUPPO AMA (AutoMutuoAiuto) e SportelloPrimoAscoltoT
Già da anni il milk riceve segnalazioni di persone trasngender che hanno bisogno di consigli legali, accoglienza, consigli medici. Il milk ha usato la sua rete di partners e contatti per re-indirizzare le persone a sportelli e professionisti competenti.
La recente collaborazione con Monica Romano ha fatto si che adesso vi sia uno sportello di primo ascolto per le persone trans.
Lo sportello T e riceve su prenotazione tramite la mail transgender@milkmilano.com

SPORTELLO LEGALE: l’avvocato con cui è convenzionata l’associazione offre un servizio di prima consulenza gratuita per le pratiche relative al cambio di Nome, Sesso e in generale relativa ai percorsi di transizione FtM e MtF. Per saperne di più, clicca qui.

UNITA’ DI STRADA: E’ nato un progetto con ALA Milano Onlus, che ci permette di poter aiutare e informare le sex-workers transessuali e transgender.
Grazie alla formazione gentilmente offerta dagli organizzatori del progetto “Vie del Campo” di ALA, i volontari del Milk possono ora, alcune notti del mese, visitare le strade di Milano per distribuire bevande calde, preservativi e materiale informativo relativo ai servizi messi a disposizione da ALA (consulenza legale, psicologica, esami del sangue, consulenza di un endocrinologo, soluzioni lavorative) alle nostre amiche trans che di notte operano come sex workers. Siamo sempre alla ricerca di volontari, se desideri partecipare, scrivi ad Ivano Cipollaro, responsabile del progetto, a  transgender@milkmilano.com

ATTIVITA’ DI INFORMAZIONE CULTURALE: all’interno delle attività culturali e di informazione organizzate dal Milk la tematica trans è tenuta in grande considerazione. Incontri con esponenti del movimento trans, attivisti ed attiviste, ecc. sono programmati con discreta costanza nell’arco delle abituali programmazioni.
E’ recentemente nata una collaborazione con l’associazione di Magenta “Rose di Gertrude” che ci permetterà creare una serie di eventi informativi e culturali e, in seguito, formativi e di supporto (ad esempio con la Linea Trans)

TRANSIZIONARIO: la rubrica tenuta da un’attivista trans che tratta la realtà delle persone in transizione, i pregiudizi, la terminologia e i concetti di base per affrontare e conoscere il mondo trans. Per leggere i suoi articoli, clicca qui.

Lascia un commento